Upgrade di WordPress da 2.6.* a 2.7.0

Total
0
Shares

Il logo di WordPressLa scorsa settimana ho effettuato l’upgrade di questo blog, aggiornando WordPress alla nuovissima release 2.7.0. L’esperienza non è stata granché traumatica, se tralasciamo i fisiologici problemi con plugin che non sono ancora pronti per la nuova versione del core. La sola cosa che mi ha indispettito è l’ennesimo stravolgimento dell’interfaccia di amministrazione dei contenuti. Il passaggio dalla 2.5.* alla 2.6.0 aveva già di per sè costretto l’utente medio ad una significativa rivoluzione nelle modalità di inserimento e di manutenzione dei contenuti. Ora le variazioni introdotte sono ancora più radicali. Questo non giova proprio a chi offre servizi basati su WP: oltre a costringere tutto lo staff ad un tour de force per aggiornare la documentazione di supporto ai clienti, modifiche di questa portata rallentano e complicano il lavoro dell’utente finale.

Sul post che ne annuncia il rilascio ufficiale si legge:

The first thing you’ll notice about 2.7 is its new interface. From the top down, we’ve listened to your feedback and thought deeply about the design and the result is a WordPress that’s just plain faster.

Mi sta benone, d’accordo, ma durante tutta la mia lunga esperienza con Drupal – esperienza che continua felicemente tutt’ora – non mi è mai capitato di assistere a cambiamenti così repentini – e, se me lo permettete, contraddittori – nelle interfacce di backoffice. Sono fattori apparentemente marginali, che invece giocano un ruolo decisivo nella scelta di questo o quel CMS, non siete d’accordo?

2 commenti
  1. Ieri ho aggiornato anche il mio blog alla 2.7, quindi ti posso dare una prima impressione.

    Secondo me la GUI di admin della 2.6 era veramente uno schifo. Con la 2.7 hanno fatto veramente molto meglio.

    Finalmente posso riavere la selezione delle categorie e dei tag alla destra del post (come nella 2.5), invece che sotto. Inoltre l’interfaccia si adatta alla larghezza dello schermo, invece di limitarsi a 950px orizzontali, e con un 1280 si lavora molto meglio.

    Inoltre si possono trascinare i blocchi dell’interfaccia a riorganizzarli come si preferisce.

    E un po' spiazzante la nuova disposizione dei menu, ma anche molto più sensata, e ci si fa presto l'abitudine. Più che ai precedenti menu e sottomenu che non si capiva come erano messi. Il fatto che poi tutto sia "AJAxato" è molto comodo.

    Tra l'altro ho potuto disattivare due plugin: l'updater che ora e integrato e il suggested tags che ci imbroccava 1 volta su 4, ma aveva di comodo la lista dei tag usati e li inseriva cliccandoci sopra. Ora la seconda funzionalità è inclusa con una tagcloud.

    L’unica rognetta durante l’aggiornamento è stato il fatto che alcuni file avevano il permesso di scrittura ad “others”, e mi davano un Internal Server Error perché ho suphp attivo sul server. E` bastato sistemare i permessi.

    Bye.

  2. Ciao Alex, condivido quello che dici: il nuovo backoffice è molto più efficiente e il processo di razionalizzazione è più che condivisibile. Ma come scrivi tu stesso, dalla versione 2.5 alla 2.6 alla 2.7 ci sono cambiamenti che vanno e vengono in maniera non molto razionale. No so se tu utilizzi il tuo blog solo per scopi personali, ma quando rivendi il servizio questi cambi di direzione non proprio logici creano sempre qualche preoccupazione nel cliente che si vede cambiare sotto i piedi l’interfaccia con cui lavora abitualmente. Non lo nascondo, io sono un grande fan di Drupal, resta comunque il fatto che WordPress è davvero un progetto molto ben fatto.

    Ciao e grazie per il tuo commento 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare anche

Bug nel plugin UTW con WordPress 2.x

Riporto integralmente un post pubblicato sul sito Internet https://www.levysoft.it in merito ad un bug presente nel plugin Ultimate Tag Warrior per WordPress 2.x perché quel bug ha reso inutilizzabile –…

Rilasciata FreeBSD 6.3

Dopo due Release Candidate è stato annunciato il rilascio finale dell’attuale ramo -STABLE di FreeBSD! Anche se non sono state introdotte grosse novità (per quelle dovremo aspettare la 7.0) sono…

Linux adottato alla Corte dei Conti!

Questa è una di quelle notizie che ti fanno cominciare meglio una giornata. E non si tratta della solita guerra di religione tra i sostenitori (a cui io appartengo) e…