Staccare la spina

Total
0
Shares

È finalmente arrivato il momento di staccare la spina: quando questo post sarà pubblicato (automaticamente) sul mio blog io sarò già chissà dove a godermi il meritato riposo. Ne approfitto per fare un breve bilancio di questa annata lavorativa: anche se sono passati in un batter d’occhio, gli ultimi mesi mi hanno portato molte novità importanti sul piano professionale. La mia attività di consulente informatico procede nel migliore dei modi e la messa in produzione dei nuovi servizi di fascia corporate per Tetragono sta facendo passi da gigante: siamo già in fase di testing con la gamma “WEB Television” e il resto è ormai in via di completamento. Anche la mia partecipazione alle community dei progetti Open Source che più mi hanno coinvolto quest’anno (Drupal, WordPress, PHPClasses, etc.) si sta via via consolidando. Certo, il periodo non è dei migliori nel nostro Paese e questo costringe ognuno di noi a fare i conti con clienti che chiudono o tagliano il budget destinato ai tuoi progetti, ma è senza dubbio un temporale estivo e non il grande freddo di cui parlano tutti, non almeno nel mio settore che ancora riesce a premiare chi ha capacità e un briciolo di iniziativa. Del resto, chi non si aspettava che avremmo pagato caro il lusso del disimpegno assoluto che ci siamo concessi così a lungo, ha peccato di grande ingenuità. Mi riferisco tout court al naufragio della nostra classe dirigente sia in ambito politico che economico: la crisi in corso avrà almeno il merito di spazzare via speculatori e faccendieri per lasciare maggiore spazio a chi progetta e lavora senza perdere di vista obbiettivi e risultati concreti, che sono il vero valore aggiunto di ogni economia. Spero di assistere sempre più spesso al naufragio di società di servizi che commerciano inutilia di ogni sorta e al parallelo consolidamento di realtà innovative e di alto profilo tecnologico. In altre parole: meno suonerie per cellulari e più ricerca anche in Italia. Settembre è alle porte. Una breve pausa ristoratrice e poi si ricomincia con rinnovato entusiasmo e la solita, inscalfibile voglia di crescere. Sempre. Sotto tutti i punti di vista.

Ora stacco la spina, per davvero: ci rivediamo tra due settimane… bye!
/sbin/poweroff

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare anche
Monoscopio RAI

Prove tecniche di trasmissione

Da un sacco di tempo penso di raccogliere i miei appunti di informatica e di semiotica, scritti vari, immagini e file di ogni genere dispersi qua e là fra gli innumerevoli backup degli ultimi 10 anni. Provo a farlo ora, vediamo come va a finire…