Perché passare a Linux? Risponde il Linux Club di Zogno (BG)

Total
0
Shares

Sono iscritto da qualche mese alla mailing list del LCZ (Linux Club di Zogno) i cui scambi di messaggi sono per il momento pochi ma di qualità, specie se si tiene conto dell’età media dei ragazzi che ne fanno parte. Riporto quindi più che volentieri il post che si trova nella pagina “Chi siamo” del loro sito Internet ufficiale (https://linuxzogno.ilbello.com).

Perché passare a Linux? (adattato da Gallo1980)

Per prima cosa fuggiamo da ogni guerra di religione: è normale che per chi usa il computer per usare editor di testo, navigare in internet, scaricare la posta e poco altro è praticamente indifferente quale OS utilizzare, Win o Linux che sia.

Anche se sarebbe da fare un lungo discorso sulla sicurezza di programmi come IE o Outlook. Per averne un’immediata conferma, se utilizzate IE cliccate qui… un casino vero? Bè pensate che non ho fatto altro che far caricare un popup con un riga JavaScript, sfruttando un bug della libreria MSHTML.DLL, si riesce a sovrascrivere i registri ECX, EDX, EDI (complimenti Bill!). Pensate quindi cosa potrebbe fare un programmatore più esperto se riuscisse ad iniettare codice Assembly sfruttando questo exploit come si fa per un buffer overflow. Quindi magari cominciate a pensare che esistono browser alternativi come Mozilla.

Tornando a noi le cose cambiano quando si comincia a fare un uso più intenso e “serio” del proprio PC. Pensate solo che Linux è nato e continua a svilupparsi in base alle esigenze dei propri utenti che in piena filosofia Open Source implementano programmi a loro utili rilasciandoli in rete non solo gratuitamente ma accompagnati anche dal proprio codice sorgente! In questo modo chiunque potrà modificare e migliore quello stesso programma seguendo i principi della licenza GNU (vedi approfondimento)

Se volete, molto più concretamente, installandovi Linux avrete un OS molto più stabile di qualunque versione di Windows abbiate mai provato! Ricordate ad esempio la classica frase “ho installato troppa roba… il mio computer non ce la fa più, mi sa che conviene formattare l’hard disk“? Con Linux ve la potete anche scordare.

Un altra fondamentale caratteristica di Linux, oltre la sicurezza (il numero di virus per linux è piuttosto limitato ed evitabile con un po’ di buonsenso e i bug di sicurezza vengono costantemente “tappati”), è infatti la stabilità.

Infatti grazie alla sua archittettura a strati (layers), problemi di conflitti o di troughput in avvio del sistema sono altamente improbabili. Quando si blocca qualcosa inoltre, visto il sistema a moduli a se stanti, si blocca solo quel dato programma ed il resto resta “in piedi”. Questo deriva dalla struttura del kernel linux.

Non solo, avete bisogno di qualche programma specifico? No problema, il 90% delle volte lo troverete gratis direttamente su internet senza preoccuparsi di reperire illegalmente crack o altre cose del genere, ma quello che più conta e che se la vostra distribuzione supporta la gestione dei pacchetti rpm o apt, basterà semplicemente impostare correttamente un file con una lista di server e con una riga di comando dalla shell con i permessi di root, sarà lo stesso sistema a cercare il programma che avete richiesto, occupandosi di risolvere le eventuale dipendenze e di installarlo.

C’è una versione più recente del programma che avete già installato? Sarà lo stesso sistema che vi avvertirà proponendo l’aggiornamento.

Se al contrario vi piace analizzare le cose a più basso livello… bé ricordate che avete addirittura i sorgenti!

Sono comunque dell’opinione che l’esperienza diretta valga più di mille parole per cui il consiglio è di provare voi stessi e valutare.

Fonte: https://linuxzogno.ilbello.com/?page_id=5
3 commenti
  1. Giusto per evitare “conflitti” con il BgLUG preciso che il Linux Club Zogno non è un lug, non avendo uno statuto vero e proprio. Il lug di riferimento per la provincia di Bergamo è il BgLUG.

    Comunque grazie anche da parte mia per il trackback!

    Ciao
    Alessandro Rinaldi per LCZ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare anche

OpenOffice.org 2.3.1 su Debian Etch

Riporto qui un post comparso sul blog di Upmedia a firma “Incubo” e datato 17 gennaio. Ho trovato questo articolo particolarmente semplice e chiaro, quindi lo riporto pressoché integralmente, salvo…

Upgrade alla versione 2.3.3 di WordPress

Riporto qui un post comparso sul blog di Flavio Copes datato 7 febbraio. Ho trovato questo articolo interessante e scritto in una maniera comprensibile a tutti, anche a quelli che…