Ceci n'est pas un blog

Blog personale di Ivan Agliardi con pagine di informatica, linguaggi, idee…

Domenico Nesci, un bergamasco a New York

Durante le serate di un giugno che non accenna minimamente ad annunciare l’estate ormai prossima, mi capita di fare zapping da un canale all’altro alla ricerca di qualche cosa che valga la pena di essere visto. Una fra le trasmissioni più trash in assoluto di questo periodo è – o meglio: era, dal momento che si è conclusa la scorsa settimana – lo pseudo-reality “Shot at Love With Tila Tequila”, una minchiata di proporzioni bibliche, talmente assurda sia per plot che per contenuti da essere pressoché irresistibile!

Si tratta, in poche parole, di un gioco in cui un ampio stuolo di nullafacenti, starlette e disadattate/i cerca di conquistare il cuore di una giovane bisessuale, il cui nome d’arte è per l’appunto Tina Tequila. Lo ha trasmesso MTV e non ho idea se si sia rivelato un successo o meno, specie perché la trasmissione è andata in onda in lingua originale con i sottotitoli in italiano. Utile per me che voglio rinfrescare il mio inglese arrugginito, ma credo piuttosto scoraggiante – lo dico senza spocchia alcuna – per l’italiano medio.

Ebbene, uno dei pretendenti – sia uomini che donne data la natura bivalente della protagonista – si è subito distinto per lo stile a metà tra il cafone nostrano e l’istrione da avanspettacolo: si tratta dell’italiano Domenico Nesci, la cui popolarità è diventata in breve tempo talmente dirompente che – sebbene sia stato eliminato in maniera clamorosa da “Shot at Love With Tila Tequila” – MTV ha deciso di realizzare una nuova trasmissione che lo vede protagonista. Il nuovo programma – già conclusosi negli Stati Uniti – si intitola “That’s Amore” ed è un gioco simile al suo predecessore anche se, questa volta, è proprio Domenico a dover scegliere la propria partner tra le numerose partecipanti, un gruppo di svampitissime ragazze disposte a tutto pur di conquistarne il cuore. E l’occhio delle telecamere.

Nonostante il suo aspetto mediterraneo si tratta – udite udite – di un 27enne bergamasco, almeno a quanto dice oggi il Corriere della Sera:

Negli Stati Uniti è tornato di moda il «vitellone». Almeno stando allo show di Mtv — «That’s amore» — che si è concluso da poco negli Usa, mentre da noi è in onda sulla rete giovane (stasera e domani, alle 22.30 le ultime due puntate). E il vitellone ha un nome e un cognome: Domenico Nesci, bergamasco, 27 anni. Molti giornali — il New York Post ha titolato: «A furor di popolo è nata una stella»—gli hanno dedicato articoli e copertine. Inneggiano al nuovo maschio italiano, al «Mastroianni del Duemila» come si definisce lui. A un certo punto della sua giovane vita, Domenico parte per Los Angeles: fa il cameriere in un noto locale di star, e si presenta a tutti i provini possibili.

Fu vera gloria? Ai posteri l’ardua sentenza. Nel frattempo potete trovare la sua (scarna) biografia sul sito Internet ufficiale di MTV. Buona lettura…

A proposito di Ivan Agliardi

Ho immaginazione e creatività, ma non sono un artista. Faccio interagire tra loro aziende dando vita a nuove imprese, ma non sono un imprenditore. Mi occupo da oltre 15 anni di server Linux, applicazioni web, database, domini, hosting, housing, sicurezza informatica e sistemi embedded, ma non sono un tecnico. Faccio SEO, SEM, SMM e fornisco contenuti attraverso i miei copyrighter, ma non sono un uomo marketing. Ora ho di nuovo un blog, ma non sono un blogger. Sono solo un umanista e un informatico della prima ora. E mi circondo di gente con le palle :)

3 commenti su “Domenico Nesci, un bergamasco a New York”

  1. marcognu

    Ti dirò: nel cazzeggio seral-notturno che contraddistingue l’uomo-medio che c’è in me (e che, bada bene, alberga in ciascun maschio italiano… ne sarà una prova la partita della nazionale di oggi, con gente che scapperà prima dall’ufficio, sempre che non abbia già preso mezza giornata libera), ho seguito con un minimo interesse le vicende di quei poveri stronzi che tanto si son dannati per conquistare il cuore di Tila.
    Domenico non è altro che l’immagine che purtroppo gli americani hanno dell’italiano, fatta uomo. Sarà stato anche a tratti spontaneo il giovane (del resto io al suo posto e considerato il gruppo sarei stato altrettanto pittoresco), ma sicuramente si è calato anima e còre nell’interpretazione del ruolo del manzo-pulcinella-pizza-maccaroni-mandolino-libidinoso che ahimé ancora ci viene attribuito dai discendenti degli Angli e perché no, pure da quelli dei Sassoni. Beh a questo punto entrerà nel cast dei Soprano, no?
    Comunque mi aveva appassionato molto di più “Pussycat Dolls present: the search for the next Doll”, anche se purtroppo mi son perso la finale… sai chi ha vinto?

    …certo che mtv ne trasmette di cagate… 😀

    Reply
  2. Ivan Agliardi

    Google sayz:

    https://en.wikipedia.org/wiki/Asia_Nitollano

    … ma non mi fido mai ciecamente di Google, quindi mi documenterò da qche parte 🙂

    Comunque, sono pienamente d’accordo con te sulla questione della partita di oggi e sulla pochezza di quelli che si sono presi la mezza giornata per una partita di pallone… certo, non meritano nemmeno di essere giudicati, ma mi limito ad aggiungere una cosa soltanto: Ovrebo ha arbitrato malissimo e Buffon è il miglior portiere del mondo!!!! 😀

    Reply
  3. Ivan Agliardi

    Beh, ora Domenico Nesci lo conoscono un po’ di più anche qui in Italia, ora posso dire che il Corriere della Sera ha toppato circa la sua natura di bergamasco… A me, comunque, sta molto simpatico!

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ivan Agliardi

Ivan Agliardi